Weekend a Venezia? Ecco cosa fare

Weekend a Venezia? Ecco cosa fare

Ammirata in tutto il mondo per la sua bellezza, Venezia e la sua laguna fanno parte del Patrimonio UNESCO dal 1987. La sua rete di canali, le sue atmosfere romantiche fanno di questa città un luogo unico dalla bellezza travolgente che merita di essere scoperta senza lasciare nulla al caso.
Fondata nel 500 dai Veneti per sfuggire all’invasioni dei Barbari, intorno all’anno 1000 la città era già divenuta una delle più potenti d’Europa. Dai primi insediamenti di Torcello, Iesolo e Malamocco, la città si è poi sviluppata su 118 isole della sua laguna, diventando così un importante centro politico, culturale e commerciale. Ancora oggi, a testimonianza del potere della Repubblica marinara di Venezia, è possibile ammirare le splendide piazze, i ponti ed i palazzi al cui interno sono custodite opere di artisti di Giorgione, Tiziano, Tintoretto, Veronese e molti altri.

Basilica San Marco Venezia

Basilica San Marco Venezia [Photo credits MorBCN]

Senza alcun dubbio, il luogo più iconico di Venezia è Piazza San Marco, in cui sorge l’omonima Basilica di San Marco che, con le sue cinque cupole veneziano-bizantine, costituisce da sempre il centro nevralgico della città. I cavalli bronzei che sovrastano la porta principale furono trasportati a Venezia da Costantinopoli dopo la quarta Crociata (1204). L’interno è rivestito di mosaici a fondo oro che raffigurano passi della Bibbia. Fu la cappella dei Dogi della Repubblica di Venezia.
Accanto alla Basilica troviamo il Palazzo Ducale, antica residenza del Doge e risalente al IX secolo, le cui due facciate principali costituiscono un bellissimo esempio dello stile architettonico gotico-veneziano. Per secoli, il palazzo ducale fu sede del più importante governo d’Europa, che veniva amministrato nella splendida Sala del Maggior Consiglio.

Ponte dei Sospiri - Venezia

Ponte dei Sospiri – Venezia

Sempre nella piazza troviamo il campanile con i Mori, detto anche Torre dell’Orologio nel quale due sculture raffiguranti i mori scandiscono le ore. Il Campanile di San Marco, realizzato nel 1173, venne ricostruito di fronte al Palazzo Ducale dopo il crollo del 1902. Sulla loggetta del campanile in marmo rosso di Verona è possibile ammirare i bassorilievi che rappresentano le imprese della Repubblica del Leone.
Il nostro tour continua con i celebri ponti della città in particolare il Ponte di Rialto, che insieme al ponte dell’Accademia, al ponte degli Scalzi e al ponte della Costituzione, attraversano il Canal Grande. Il più celebre, forse, è il ponte dei Sospiri, ma non tutti sanno che il suo nome non deriva dai languidi sospiri degli innamorati che vi passano sotto, giurandosi amore eterno. Pare che i sospiri che danno il nome al ponte, siano quelli dei condannati che venivano condotti nelle vicine carceri e, guardando per l’ultima volta la città, si lasciavano assalire dallo sconforto.

E ancora, fra i luoghi e le chiese da visitare troviamo l’Arsenale del XII secolo (il più grande del mondo), la basilica di Santa Maria della Salute, la basilica di Santa Maria Gloriosa dei Frari, le sinagoghe del Ghetto.

Burano Venezia

Burano Venezia

Per chi preferisce allargare la propria visita anche alle altre bellezze della laguna, le isole di Murano e Burano sono una tappa obbligata. Qui è ancora possibile ammirare l’arte del vetro nelle botteghe artigiane. L’isola del Lido, invece è rinomata come località balneare e come sede del celebre festival del Cinema, evento che per notorietà è pari al celeberrimo al Carnevale di Venezia.

Venezia è un museo a cielo aperto che sembra fluttuare nella laguna. Interamente percorribile a piedi attraverso le caratteristiche calli, i campi e i campielli (le piazze e le piazzette) e i suoi magnifici ponti, può essere visitata anche in barca con le caratteristiche gondole oppure usando il trasporto pubblico, tra cui i vaporetti, che consentono di ammirare la bellezza dei suoi palazzi più noti, spostandosi da un’estremità all’altra della città lungo il Canal Grande.

Cerchi un hotel a Venezia? Scopri dove dormire.