Weekend a Torino, sei luoghi di interesse da visitare

«Torino è la città più profonda, più enigmatica, più inquietante città non d’Italia, ma del mondo.» Giorgio De Chirico

Torino è un capolavoro tutto d’un pezzo. Con i suoi oltre cinquanta musei, le quindici Residenze Reali (tutte dichiarate Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco), le cattedrali, le ville in stile Barocco e Liberty e i numerosissimi capolavori artistici, è impossibile visitarla e apprezzare tutti i suoi splendidi dettagli in un battito di ciglia; tuttavia, si può provare a fare una selezione delle strutture architettoniche essenziali che si devono assolutamente visitare in un weekend.

sala_da_ballo_palazzo_reale_torino

Sala da ballo, Palazzo Reale di Torino

La Mole Antonelliana è senza dubbio l’emblema di Torino: fu iniziata nel 1863 per svolgere la funzione di tempio israelitico, ma nel 1878 fu ceduta al Comune che volle farne un monumento dedicato al re d’Italia Vittorio Emanuele II. La singolare costruzione alta 167 metri è attualmente sede del Museo Nazionale del Cinema, unico nel suo genere in Italia. Le collezioni museali qui conservate offrono al visitatore un viaggio nella storia del cinema attraverso un percorso articolato su cinque livelli: l’Archeologia del Cinema, la Macchina del Cinema, la Collezione dei Manifesti, le Video installazioni e la grande Aula del Tempio circondata da 13 cappelle che raccontano i grandi generi della settima arte. Nel cuore più antico della città, in Piazza Castello, sorge il Palazzo Reale con la sua elegante facciata finemente barocca e la sua combinazione unica di diversi stili; il Palazzo Reale di Torino fu antica e prestigiosa dimora della famiglia reale sabauda per ben tre secoli. I locali interni sono sinonimo di sfarzo e sono stati decorati dai più famosi artisti dell’epoca con affreschi, stucchi e rifiniture dorate. Un meritevole sguardo va dato anche all’interna Biblioteca Reale, che custodisce il famoso “Autoritratto a Sanguigna” di Leonardo da Vinci. Sempre in questa piazza troviamo il Palazzo Madama, un antico castello attorniato da tre monumenti e fulcro da cui partono le quattro grandi strade di Torino. In questo Palazzo vengono ad oggi conservate opere artistiche di rilievo internazionale.

reggia_venaria_torino

Reggia di Venaria, Torino

Il Duomo di Torino, dedicato a San Giovanni Battista è una cattedrale in stile rinascimentale che ospita la Cappella della Sacra Sindone, cioè il sudario in cui sarebbe stato avvolto il corpo di Gesù nel sepolcro. La Venaria Reale, residenza di piacere e di caccia di Re Carlo Emanuele II, è una reggia ducale in stile barocco famosa per i suoi Giardini, la Galleria Grande, il Salone di Diana e la solenne cappella dedicata a Sant’Uberto, il santo dei cacciatori. Patrimonio dell’Unesco, la Venaria Reale si è attestata tra i primi cinque siti culturali più visitati in Italia. Una meritevole visita va fatta anche al Castello del Valentino, che sorge nel parco fluviale cittadino del Valentino; questa struttura ad oggi è la sede della Facoltà di Architettura del Politecnico di Torino.

Come potersi immergere ancora di più nell’arte? La risposta è soggiornare in un hotel di lusso nel cuore della città, internamente decorato con rifiniture “barocche” ed eleganti.