Weekend a Firenze, ecco cosa visitare

Weekend a Firenze, ecco cosa visitare

Se come nel film “Non ci resta che piangere” di Troisi e Benigni si potesse tornare indietro nella Toscana tra 1400 e 1500, per le strade di Firenze si potrebbero incontrare Leonardo e Brunelleschi, Donatello e Michelangelo, Lorenzo il Magnifico e il Savonarola. Personaggi che senza volerlo e saperlo avrebbero contribuito a trasformare questa piccola cittadina in riva all’Arno in un capolavoro,  definita la “Culla del Rinascimento”.

Tra le città d’Italia più famose nel mondo, il capoluogo della Toscana offre una quantità impressionante di meraviglie artistiche: opere, monumenti, scorci di tale bellezza da lasciare chi deve decidere cosa vedere nell’imbarazzo della scelta. Come fare quindi se si ha poco tempo a disposizione? Abbiamo selezionato per voi i luoghi d’interesse principali da inserire nel vostro itinerario durante un weekend a Firenze.

Cattedrale_di_Santa_Maria_del_Fiore

Cattedrale di Santa Maria del Fiore

Non si può che cominciare dalla Cattedrale di Santa Maria del Fiore, tappa assolutamente irrinunciabile. Il Duomo di Firenze con la Cupola del Brunelleschi è infatti un elemento di rara bellezza architettonica. Piazza Duomo, inoltre, regala anche il Campanile di Giotto e, naturalmente, il Battistero. La Cupola del Brunelleschi, con i suoi oltre 400 scalini, il Campanile di Giotto, il Battistero di San Giovanni, la Cripta di Santa Reparata sono assolutamente da visitare. Da qui non può mancare una passeggiata lungo l’elegante via Calzaioli, una delle strade dello shopping più vissuta di Firenze. Dopo qualche decina di metri sulla destra vedrete aprirsi Piazza della Repubblica: oggi è una piazza moderna, ma in realtà è il luogo più antico della città, perché è qui che gli antichi romani nel 57 d.C. costruirono il loro foro. Il tour continua in Piazza della Signoria dove sorge Palazzo Vecchio e dove si affacciano la Fontana del Nettuno, la copia del David di Michelangelo (l’originale è custodito all’Accademia di Firenze) e il Perseo di Cellini. Accanto a questo monumento c’è anche la Galleria degli Uffizi, al cui interno sono conservate opere di inestimabile valore, come i dipinti quattrocenteschi la Primavera e la Nascita di Venere di Botticelli.

Palazzo_Vecchio_Firenze

Palazzo Vecchio Firenze

Alzate lo sguardo e scorgerete il corridoio Vasariano, costruito dal Vasari per collegare Palazzo Pitti agli Uffizi in occasione del matrimonio tra Francesco De’ Medici e Giovanna D’Austria alla fine del 1500, per permettere ai Granduchi di spostarsi tra i due edifici. A pochi passi da Piazza della Signoria, si raggiunge facilmente la Loggia del Porcellino (o Loggia del Mercato Nuovo), dove è possibile farsi una foto con la celebre fontana a forma di maialino (un portafortuna nella tradizione locale). Ci troviamo in prossimità di Ponte Vecchio, un paradiso per gli appassionati di gioielli e creazioni artigianali in oro e pietre preziose, risultato della tradizione degli antichi maestri orafi fiorentini. Attraversando il ponte, si sorpassa l’Arno e si può decidere se visitare il caratteristico quartiere di San Frediano oppure si raggiunge Palazzo Pitti; durante la bella stagione prendetevi un po’ di tempo per fare una passeggiata al Giardino di Boboli. Ampio 45.000 metri quadrati, il parco ospita statue, varie dimore e musei e presenta una struttura architettonico-paesaggistica che lo rende unico al mondo.

Palazzo_Pitti

Palazzo Pitti

Un altro luogo di interesse vicino al Duomo è la Chiesa di San Lorenzo; ciò che colpisce di più di quest’opera è la facciata grezza che contrasta con quelle di edifici religiosi ben più maestosi sparsi per la città. Fanno parte del complesso le Cappelle medicee, monumento celebrativo della famiglia Medici. La Chiesa è circondata dal caratteristico Mercato di San Lorenzo, che si trova vicino al famoso Mercato Centrale, oggi adibito alla ristorazione tipica toscana. Un’enorme terrazza panoramica da cui godere una vista spettacolare della città è Piazzale Michelangelo, dedicato allo scultore rinascimentale celebrato con una copia del David, posta al centro della piazza. Un’esperienza particolare e indimenticabile è quella di scoprire Firenze dal fiume Arno su uno degli antichi barchetti dei renaioli, occasione per contemplare la città da un’angolazione insolita e bellissima. Se vi avanza infine un po’ di tempo, Firenze è anche una città ricca di musei e opere d’arte imperdibili.

Cerchi un hotel a Firenze? Scopri dove puoi dormire.