Visitare Lodi in 8 passi

Visitare Lodi in 8 passi

Col tepore della primavera perché non approfittare per visitare una meta in Lombardia, diversa dal solito?
Il prossimo week-end partite alla scoperta di Lodi, che dista soltanto un’ora di auto da Milano.
Noi ve la facciamo scoprire in anteprima, in 8 passi.

1. La Cattedrale Vegetale
Inaugura il 23 aprile 2017 sulle rive dell’Adda, al cospetto di Philippe Daverio, quest’opera di Land Art di Giuliano Mauri che si estende su una superficie di 1.700 metri quadrati, con 108 colonne di di legno, ognuna delle quali ospita una quercia e ne accompagna la sua crescita.

cattedrale_vegetale_lodi

Cattedrale vegetale Lodi [Photo credit starpier]

Con il tempo, gli alberi andranno a sostituire la struttura lignea, formando così una vera e propria Cattedrale Vegetale. Si tratta di un luogo di silenzio e pace dove, nelle intenzioni dell’artista, è possibile raccogliersi in riflessione, in uno stretto connubio tra arte e natura.

2. Il Tempio dell’Incoronata
E’ il principale monumento artistico della città e l’ingresso è gratuito!
Impreziosito da notevoli opere d’arte, è uno dei massimi capolavori del Rinascimento lombardo: progettato da Giovanni Battagio nel 1488, è completamente decorato da affreschi, tavole e tele, realizzate dai maggiori artisti che hanno operato a Lodi tra il 1400 e l’inizio del 1800.

Tempio_Incoronata_lodi

Il Tempio Civico della Beata Vergine Incoronata [Photo credit giovanni_novara]

Negli spazi sotterranei della monumentale sacrestia del Tempio, è allestito, invece, il Museo del tesoro che contiene una raccolta di oggetti liturgici legati alla storia del Tempio Civico della Beata Vergine Incoronata.

3. I portici di piazza della Vittoria
Una tappa immancabile del centro è Piazza della Vittoria: percorrete tutti i portici che la circondano e scoprirete il palazzo municipale, il palazzo Vistarini e il Duomo. Se visitate la città durante la settimana, il martedì e giovedì, le bancarelle del tradizionale mercato ambulante colorano l’atmosfera di quella che è considerata una delle piazze più belle d’Italia e una delle poche al mondo porticata su tutti e quattro i lati.

4. Passeggiando in bicicletta
“Turismo lento” è il modello applicato al Lodigiano, grazie all’armoniosità di un territorio sostanzialmente pianeggiante, a un vasto patrimonio paesaggistico, artistico, enogastronomico e naturalistico, caratterizzato dalla presenza di numerosi corsi d’acqua che garantiscono ancora oggi nicchie di preziosa biodiversità. Le piste ciclabili si sviluppano su una rete lunga 500 km, con diversi itinerari cicloturistici attrezzati, ideali anche per le famiglie.

Lodi in bicicletta

Lodi in bicicletta

5. La via Francigena
La Via Francigena fa parte di un insieme di vie – conosciute anche come vie Romee – che dal centro Europa conducevano a Roma. Il percorso tocca anche il territorio di Lodi, in località Ponte di Mariotto presso il fiume Lambro dopo un tratto di 4 km, in ambiente suggestivo e tranquillo, si giunge all’antica ” Curtis Sinna ” d’epoca Carolingia. In questo punto del fiume Po, la navigazione fluviale è ancora possibile e consente di scorgere scenari naturalistici di rara bellezza.

6. Parco ittico Paradiso
Unica nel suo genere, quest’oasi naturale di 13 ettari è immersa in un bosco di circa 6.000 piante. I canali d’acqua sorgiva ospitano circa 20 specie di pesci d’acqua dolce, dal piccolo pesce rosso alle bellissime carpe koi, ai grandi siluri e storioni. Oltre ad offrire spazi aperti e aree pic-nic, il parco vanta dei punti di osservazione subacquei che permettono di osservare la vita sotto il pelo dell’acqua, senza disturbarne gli esseri che la abitano. Un paradiso per grandi e piccoli!

7. Le delizie per il palato – cosa mangiare 
Le prelibatezze del luogo si riconoscono nei formaggi, come il famoso Grana Padano DOP, ma ricordate di assaggiare anche il Granone Lodigiano PAT, la Raspadüra – con l’originale presentazione in petali – ed infine il Pannerone, che si accompagna bene alle mostarde e al miele. Gli amanti dei dolci troveranno conforto nella Tortionata, con mandorle e burro, e negli amaretti di Sant’Angelo.

Cosa mangiare a Lodi

Cosa mangiare a Lodi

8. Le delizie per il palato – vino
La Strada del Vino San Colombano e dei Sapori Lodigiani è un percorso di circa 120 Km che parte da Milano ed arriva fino a Lodi, in un territorio ricco di splendidi borghi, ville e luoghi, dove cultura arte e storia si accompagnano a prodotti e vini tipici come il San Colombano DOC, San Colombano DOC Bianco e la Collina del Milanese IGT.

Dove dormire a Lodi? Visita la città in completa autonomia, grazie alle biciclette messe a disposizione dall’hotel.