Mille Miglia 2016, le tappe

Mille Miglia 2016, le tappe

Mille Miglia è una competizione automobilistica italiana di auto d’epoca a lunga distanza di circa 1000 miglia, su strade aperte al traffico. La prima gara fu disputata nel 1927, organizzata dal conte Aymo Maggi, con partenza dalla città di Brescia per toccare poi le maggiori città italiane.

Scopriamo insieme la gara di autovetture storiche attraverso i numeri che l’hanno resa grande.

Mille Miglia [Photo credits Mille Miglia Facebook]

Mille Miglia [Photo credits Mille Miglia Facebook]

4 giorni di gara per 4 tappe in 7 regioni

L’ edizione Mille Miglia 2016, partirà il 19 maggio da Viale Venezia a Brescia alle 14:30 e si concluderà nella stessa città il 22 maggio, con l’arrivo della prima vettura. Il percorso della corsa prevede la tradizionale partenza e arrivo a Brescia, con il giro di boa nella città di Roma, rispettando una tradizione che va avanti dal 1927. Ogni anno la gara cambia il suo percorso in modo da far transitare la Mille Miglia in posti dove mancava da tempo. Anche per l’edizione del 2016 si prevedono delle novità: si partirà il primo pomeriggio di giovedì 19 Maggio e dopo il passaggio a Ravenna e Ferrara, la prima tappa si concluderà a Rimini. Il giorno seguente si effettuerà una sosta a Macerata per il pranzo e nella serata di venerdì si giungerà a Roma, dove la concomitanza con il Giubileo comporterà alcune modifiche nella consueta passeggiata notturna nella capitale. Il sabato 21 si proseguirà fino alla Toscana, effettuando una sosta a Poggibonsi. A grande richiesta, la Mille Miglia 2016 tornerà a scalare i Passi della Futa e della Raticosa, in modo da soddisfare le tante richieste dei suoi appassionati. La terza tappa vedrà la sua conclusione a Parma, proprio come lo scorso anno e da qui si partirà la domenica mattina alla volta di Brescia, facendo coincidere l’arrivo con l’ora di pranzo. Come per la scorsa edizione, la mille Miglia 2016 si fermerà all’Autodromo di Monza per effettuare alcune prove speciali. Sarà davvero uno spettacolo imperdibile!

Mille Miglia [Photo credits Mille Miglia Facebook]

Mille Miglia [Photo credits Mille Miglia Facebook]

61 edizioni della Mille Miglia

Dal 1927 al 1957 si sono svolte 24 edizioni, con una pausa dal 1941 al 1947 a causa della partecipazione italiana al secondo conflitto mondiale. Le primissime vittorie si attestano a OM e Alfa Romeo. Nel 1958, 1959 e 1961, si sono svolte invece competizioni con la formula rally, mix di regolarità e velocità, per regolarizzare e far tornare in voga la gara dopo alcuni incidenti tragici di alcune edizioni. Nel 1977, per celebrare il cinquantenario dalla prima edizione, l’Automobile Club di Brescia si prodigò per far rivivere la rassegna automobilistica come rievocazione storica, che, da quel momento, si è tenuta con regolarità annuale fino all’attuale 61esima edizione.

Mille Miglia [Photo credits Mille Miglia Facebook]

Mille Miglia [Photo credits Mille Miglia Facebook]

69 marche di auto per 430 vetture partecipanti

Tra le vetture iscritte all’edizione 2015, le marche più rappresentate rimangono: l’Alfa Romeo,  la Jaguar e la Mercedes-Benz con 38 automobili. Seguono poi i modelli della FIAT, della Lancia, della Porche, dell’Aston Martin, della Ferrari e della Bugatti. E ancora tanti tra i nomi delle case automobilistiche ancora più famose al mondo, come la BMW, la Ford e la Lotus. Ci saranno poi anche “veicoli militari”, accettati e in gara in una lista speciale.

Mille Miglia [Photo credits Mille Miglia Facebook]

Mille Miglia [Photo credits Mille Miglia Facebook]

Oltre ai veicoli, importantissimi per estetica e motori, non dobbiamo dimenticare che si tratta comunque di una gara sportiva e che quindi sono anche i piloti a farne la vera differenza. Il ricordo vola a nomi storici come Clemente Biondetti, che tuttora detiene il record delle vittorie Mille Miglia, il mitico Tazio Nuvolari, universalmente riconosciuto come uno dei più grandi piloti della storia dell’automobilismo, Gigi Villoresi, pilotavincitore con una Ferrari ma da sempre ambasciatore della casa Maserati e del Made in Italy nell’automobilismo. Oltre ai piloti professionisti poi, nelle passate edizioni, hanno partecipato alla manifestazione anche grandi nomi del cinema internazionale come Jeremy Irons, Adrien Brody, Luke Evans, Jay Leno.

Mille Miglia [Photo credits Mille Miglia Facebook]

Mille Miglia [Photo credits Mille Miglia Facebook]

Per questa edizione Mille Miglia 2016 si è scelto di garantire sicurezza e unicità al percorso, con tragitti ed orari agevoli anche per famiglie e giovani appassionati che abbiano voglia di ammirare lo spettacolo del museo di auto d’epoca itinerante.

Segui anche tu questa tradizionale corsa in giro per l’Italia e . scopri dove dormire