The Floating Piers e il Lago D’Iseo

The Floating Piers e il Lago D’Iseo

Chi non ha mai sognato di camminare sull’acqua, lasciandosi cullare dalle onde e ammirando panorami meravigliosi? Adesso, si può, grazie ad una straordinaria installazione che abbellirà il Lago d’Iseo dal 18 giugno al 3 luglio: “The Floating Piers”. Immaginate 70mila metri quadri di tessuto giallo e arancione cangiante, sistemato sopra un sistema di pontili galleggianti, modulare e realizzato con 200mila cubi di polietilene ad alta densità. Quello che otterrete è un’opera veramente molto particolare, che si svilupperà per 4,5 chilometri: un sistema di passerelle larghe 16 metri a pelo d’acqua, che saranno cullate dalle onde e illuminate dal sole. Il percorso andrà da Sulzano a Monte Isola, fino all’isola di San Paolo.

I visitatori potranno percorrere l’installazione in tutta la sua lunghezza, e godere così dello straordinario paesaggio dei monti e delle valli delle province di Brescia e Bergamo che circondano il lago d’Iseo, un vero e proprio gioiello del territorio italiano. In alternativa, potranno cimentarsi in escursioni nelle montagne attorno al lago, scoprendo così scorci inaspettati di “The Floating Piers” e goderne della sua interezza.
L’artista che ha creato questa peculiare opera è Christo, che vanta oltre 50 progetti di Land Art, forma d’arte contemporanea caratterizzata dall’intervento diretto dell’artista sul territorio. Il progetto di “The Floating Piers” è stato realizzato dall’artista insieme alla moglie Jeanne-Claude, scomparsa nel 2009; fino al 18 settembre inoltre, sarà possibile conoscere qualcosa di più su questo poliedrico artista grazie alla mostra al Museo di Santa Giulia a Brescia, che raccoglierà tutti i progetti di Christo e Jeanne Claude legati all’acqua. Inoltre, sarà visibile un documentario sul lavoro relativo al Lago d’Iseo.

The Floating Piers

The Floating Piers

Quale momento migliore quindi per un weekend in questa zona?
La passerella di Christo permette di raggiungere comodamente a piedi alcune delle perle che il Lago D’Iseo custodisce. Si parte da Sulzano, paese di pescatori, arricchito da ville signorili che si affacciano sul lago. Qui, sono numerose passeggiate che portano a luoghi panoramici in quota, e a santuari o costruzioni antiche: i più allenati potranno ad esempio raggiungere il santuario della S. Maria del Giogo, a 968 m di quota. Attraversato il lago grazie alla passerella, si raggiunge Monte Isola (in dialetto bresciano Montisola), l’isola lacustre più grande d’Europa, dove non sono ammesse auto e si può girare comodamente in bicicletta (noleggiabile in città), per godere di scorci e torri medievali. L’isola ospita 12 centri storici, tra cui il capoluogo Siviano, Carzano, Senzano e altri ancora. Merita una visita Peschiera Maraglio, un suggestivo borgo di pescatori, dove sembra che il tempo si sia fermato. Ci si può fare una vera e propria cultura sul tema con il museo della pesca, ancora una delle attività principali di Montisola, ricca di botteghe storiche che realizzano reti da pesca. Nel punto più alto dell’isola, a 600 metri in località Cure, si può visitare il Santuario della Ceriola, da cui perdersi in un panorama che lascia a bocca aperta. Sull’isola si possono gustare la pasta fatta in casa condita con gamberi di lago, sardine di lago, filetti di persico, e il salame di Montisola, insieme ai Casoncelli alla bresciana e la trinca al forno con polenta, sorseggiando un bicchiere di vino al tramonto in uno dei bar sul lago.

[Fabrizio Sina ha documentato il making of del progetto. Questo il suo ultimo video]

L’altro paradiso facilmente raggiungibile percorrendo “The Floating Piers” è l’isola di San Paolo, che ospita l’omonimo convento ed è di proprietà privata della famiglia Beretta. Un tempo spoglio e abbandonato, l’isolotto fu conteso per anni da Iseo, Siviano e Peschiera, e verso la fine del 1091 i monaci di Cluny vi edificarono un monastero. Sembra che verso la fine del 1800 l’isola fosse raggiungibile piedi da Sensole con un sentiero, percorribile in alcuni periodi dell’anno: alcune parti di questa strada sono ancora visibili sott’acqua.

Un’installazione imperdibile! Scopri dove dormire a Brescia e come raggiungere l’evento.

Immagine copertina: Photo Credit Lino Olmo Studio