Settimana della cultura 2011 (9-17 Aprile)

Settimana della cultura 2011 (9-17 Aprile)

L’evento culturale più atteso dell’anno: la XIII Settimana della Cultura.
Il MiBAC apre gratuitamente, dal 9 al 17 Aprile
, tutti i luoghi statali dell’arte: monumenti, musei, aree archeologiche, archivi, biblioteche con dei grandi eventi diffusi su tutto il territorio.
Appuntamenti per tutti i gusti: mostre, convegni, aperture straordinarie, laboratori didattici, visite guidate e concerti che renderanno ancora più speciale l’esperienza di tutti i visitatori.
Un’occasione imperdibile per avvicinarsi alla più grande ricchezza del nostro Paese: il nostro patrimonio artistico e culturale.
Inoltre quest’anno partecipano alla Settimana della Cultura il FAI, Fondo Ambiente Italiano, offrendo l’ingresso gratuito mercoledì 13 aprile al Castello di Masino a Caravino (To), alla Villa e Collezione Panza (Varese), all’Abbazia di San Fruttuoso a Camogli (Ge), al Parco di Villa Gregoriana a Tivoli (Rm) e al Giardino della Kolymberta (Ag) e Legambiente con due eventi: domenica 10 aprile Visita guidata nell’area paesaggistico – archeologica di Tuvixeddu, promosso da Legambiente Sardegna, e sabato 16 aprile Viaggio in treno Cagliari – Isili nell’ambito del progetto: “Il treno: laboratorio itinerante di mobilità sostenibile e valorizzazione del paesaggio e dell’ambiente della Sardegna”, quale rievocazione del viaggio inaugurale della tratta ferroviaria avvenuta nel 1888, promosso da Legambiente Sardegna, Comune di Isili e Arst-FdS.
Di seguito troverete il link alla pagina dell’evento dove sono pubblicate tulle le iniziative promosse dal MiBAC per l’occasione: www.beniculturali.it.
La campagna parte da un presupposto universalmente riconosciuto: i cittadini italiani hanno una fortuna immensa sotto al proprio naso. Un patrimonio artistico che non ha nessuno al mondo. A questa immensa fortuna, se ne aggiunge un’altra – grandissima – che durerà per 9 giorni: tutta questa ricchezza sarà gratuita. Non c’è un prezzo da pagare per vederla. Sarà quindi come trovare una straordinaria fortuna per terra, per nove giorni di seguito. Perché ogni biglietto di ogni museo o sito d’arte italiano sarà come regalato, trovato, piovuto da chissà dove.