Montaione e dintorni: la Toscana in bicicletta

Montaione e dintorni: la Toscana in bicicletta

La Toscana è una delle mete più ambite per tutti coloro che amano mettersi in sella alle due ruote “ecologiche” e visitare luoghi affascinanti del territorio facendo sport.
Una delle destinazioni più consigliate per un tour in bici è Montaione,  un piccolo comune nella Val d’Elsa, vicinissima a San Gimignano e Volterra e a circa 50 Km dalle più importanti città d’arte  come Firenze, Siena e Pisa. Accompagnati dalla fedele mountain-bike vivrete un’esperienza indimenticabile in piena armonia con l’ambiente circostante caratterizzato dalle colline tipiche della campagna toscana, immersi nel verde e circondati da vigneti, cipressi e borghi antichi.

Scoprite tutte le curiosità che ci regala il territorio della Valdelsa attraverso caratteristiche strade e percorsi legati all’arte, alla natura e all’enogastronomia. Ecco la nostra top 5:

1)      La Gerusalemme toscana
Il Sacro Monte e la Gerusalemme di San Vivaldo sono la riproduzione esatta, in scala ridotta, della vera Gerusalemme della fine del XV secolo. Meta ideale per tutti i bikers che, dopo una scampagnata intensa tra sali e scendi e viottoli sterrati nei pressi di Montaione, hanno voglia di godersi la pace e la tranquillità di questo luogo magico.

San Vivaldo a Montaione Photo credits Giuseppe Moscato

San Vivaldo a Montaione [Photo credits Giuseppe Moscato]

2)      Montespertoli e la strada del vino
DaMontespertoli si percorre la Via Lucardese passando di fronte al Museo del Vino e si raggiunge il borgo medievale di Lucardo, poi si prosegue per le località Trecento, Monte Albino e San Lorenzo, fino a passare di fronte alla stupenda Pieve di San Piero in Mercato che vale la pena di visitare insieme all’adiacente Museo di Arte Sacra.  Passando tra filari e deliziose strade campestri, scopriremo il vino Chianti Montespertoli  DOCG.

3)      Toiano, paese fantasma
Il piccolo paese si trova nel comune di Palaia posizionato su un colle alto e stretto, che si affaccia su  un panorama meraviglioso in cui si stagliano imponenti le mura di Volterra.  Durante il percorso in bici, i tipici calanchi, speroni  grigi-ocra di tufo che possono raggiungere i 50 metri di altezza, cattureranno la vostra attenzione. Leggenda narra che questo borgo medievale risulti oggi completamente disabitato in seguito al tormento dato dallo spirito della “Giovane Elvira”, ragazza trovata assassinata nel bosco circostante. Nonostante la tragedia, però, Toiano è stato segnalato dal FAI (Fondo per l’Ambiente Italiano) come uno dei “luoghi del cuore” del nostro Paese.

Toiano [Photo credits Giuseppe Moscato]

Toiano [Photo credits Giuseppe Moscato]

4)      Volterra e l’antica ferrovia Saline
Il percorso è tracciato da binari ferroviari ormai non più in uso ed è costituito da salite importanti e da una ricca vegetazione. Dopo ampie curve e casali abbandonati ci si imbatte nei suggestivi  Muraglione di Fontepippoli e Sottovia di San Lazzero, fino ad arrivare alla zona dove viene estratto il salgemma che esce dal terreno e crea collinette bianche. Da non perdere anche la visita nel centro della vicina Volterra. 

5)      La via Francigena in direzione San Gimignano
Un viaggio sospeso tra storia e fede ripercorrendo gli stessi passi dei pellegrini sull’antica Via Francigena. Partendo da Montaione si scende nella valle del torrente Orlo per poi salire fino alla Pieve di Coiano. Arrivati a Gambassi Terme si prosegue verso la Pieve di Santa Maria a Chianni  fino alla valle del torrente Casciani. Si sale poi fino a Pancole con il suo incantevole santuario e si arriva infine a San Gimignano dove sostare all’ombra delle sue  16 torri.