Mitoraj in mostra a Pietrasanta

Mitoraj in mostra a Pietrasanta

Pietrasanta, la “piccola Atene della Versilia”, è una splendida località Toscana. Diventata luogo simbolo per la scultura già dal Rinascimento,  grazie alle vicine cave di marmo di Massa Carrara, è caratterizzata da un grazioso centro storico, con costruzioni medievali, rinascimentali e barocche. Da piazza Duomo si snodano caratteristici vicoli che compongono la particolare pianta ortogonale e che presentano botteghe e negozi che propongono prodotti enogastronomici tipici del territorio e artigianato locale. Il suo punto di forza rimane comunque la posizione strategica che la vede circondata da una parte dal mare, con le vicinissime Forte dei Marmi, Lido di Camaiore, Viareggio, Torre del Lago Puccini, e, dall’altra parte,  dalle Alpi Apuane, che svettano alle sue spalle, rendendo il panorama davvero suggestivo.

MItoraj-pietrasanta

Mitoraj

Proprio in questi giorni Pietrasanta rende omaggio al grande scultore da poco scomparso Igor Mitoraj, polacco di origine, ma trasferitosi da anni a vivere e lavorare nel comune toscano,  insignito anche della cittadinanza onoraria. Nel 1979 infatti l’artista, rapito dalla duttilità e bellezza del marmo, del bronzo e dell’argilla, li elegge come suoi materiali e decide di aprire uno studio in città, dando inizio al connubio che la prossima mostra “Mitoraj Mito e musica” intende riproporre.

Dal 18 aprile al 30 agosto nelle piazze e nel complesso di Sant’Agostino a Pietrasanta (Lucca) verrà allestita l’esposizione delle sculture di Mitoraj più importanti, quei volti e busti giganti, spesso fasciati, ormai celebri in tutto il mondo. Per esaltare al meglio le opere,  sono stati chiamati in aiuto anche professionisti del giardinaggio che hanno realizzato un vero e proprio “giardino incantato” in cui le sculture in argilla sono state dislocate come in una sorta di scena teatrale, progettata proprio dall’autore quando era ancora in vita.

Centauro - Mitoraj (Pietrasanta)

Centauro – Mitoraj (Pietrasanta)

L ‘intento è quello di far fruire agli spettatori il tema della decadenza attraverso l’irreversibile deterioramento della materia dovuto al passare del tempo, creando così un evento continuamente in divenire. Data l’attività professionale di Mitoraj anche in campo teatrale e operistico, in concomitanza con l’allestimento, sarà proposto un ricco programma musicale organizzato dalla Fondazione Festival Pucciniano, che dal 9 maggio, con cadenza settimanale ogni venerdì, accompagnerà la mostra per l’intero arco della sua durata. La scenografia sarà invece arricchita dalle immagini del fotografo Giovanni Ricci-Novara, già collaboratore dello scultore polacco.

La locandina dell’evento:

Foto MOSTRA MITORAJ a PIetrasanta