Luci sul ‘900: Palazzo Pitti festeggia il suo centenario

Sono come le luci di un faro quelle che (…) si accendono e spengono sulle collezioni di questo museo: una sorta di percorso a corrente alternata che consente di poter far vedere le più significative selezioni di tutto il patrimonio (….)”.  Così, Simonella Condemi, insieme ad Ettore Spalletti, descrivono il percorso storico e  artistico che sono riusciti a far riemergere direttamente dal deposito della Galleria di Arte Moderna di Palazzo Pitti, in occasione dei suoi cento anni. Si tratta di un evento culturale che arricchisce le sale del museo di Firenze, da sempre popolato di famosi quadri Macchiaioli, con le opere di alcuni tra i maggiori artisti contemporanei del ‘900, fin ora nascoste a causa della carenza di spazi espositivi adatti alla loro collocazione. Le tele di Felice Carena, Felice Casorati, Giorgio De Chirico, Gino Severini, Filippo De Pisis, Guido Peyron, Ottone Rosai e del gruppo del “Novecento toscano” allieteranno il visitatore rievocando l’atmosfera culturale fiorentina del secolo scorso, dove la rivista “Solaria” e il ritrovo storico “caffè delle Giubbe Rosse” in piazza della Repubblica, furono capisaldi che attestarono Firenze come una delle maggiori città d’arte d’Italia.

La mostra si svolge alla Galleria di Arte Moderna (Palazzo Pitti) dal 28 ottobre all’8 marzo, aperta dal martedì alla domenica, dalle ore 8:15 alle ore 18:15. Il costo del biglietto intero è di € 8,50 e comprende anche la visita alla Galleria Palatina.