L’arte del vetro di Murano

L’arte del vetro di Murano

La storia del vetro di Murano rappresenta da secoli la raffinatezza ed il buon gusto italiano e le sue origini risalgono ad una storia millenaria che si è tramandata di generazione in generazione.

Fase preparatoria della lavorazione di un vaso

Fase preparatoria della lavorazione di un vaso

Manualità e tecnologia, tradizione artigiana e moderne tecniche industriali, sono il connubio che da secoli caratterizza la tradizione vetraria italiana, oggi esportata in tutto il mondo. Sinonimo di Italian style, l’arte del vetro ebbe origine a Murano, Venezia, nel VIII secolo.

Vasi vetro di Murano

Vasi vetro di Murano

L’isola di Murano, che per la forma sembra una piccola Venezia, è ancora oggi il fulcro di questa arte e fra le fitte case dalle facciate variopinte ed il caratteristico faro bianco, la produzione di oggetti in vetro rimane la più alta espressione del raffinato lavoro dei maestri vetrai, che da secoli si tramandano l’arte di trasformare la sabbia con il fuoco e con l’aria come solo in questa isola si fa.

Lavorazione di un vaso

Lavorazione di un vaso

La creazione di oggetti in vetro risale all’antico Egitto e successivamente è arrivata fino ai romani, che la utilizzavano per adornare le case nobiliari. Dovranno passare molti secoli prima che si sviluppi un’arte propriamente detta.  Questo accade a Venezia perché è il punto d’arrivo di tutti gli scambi marittimi con le coste orientali del Mediterraneo. Tra tutte le merci giunte dall’Oriente, un ruolo fondamentale lo godeva il vetro proveniente dalle civiltà egiziane, fenici, siriane, islamiche e bizantine. Gli artigiani bizantini ad esempio hanno avuto un ruolo fondamentale per lo sviluppo del vetro veneziano: quando da Costantinopoli giungono a Venezia, gli abitanti del posto prendono ispirazione dalle loro opere in vetro, studiandone la trasparenza e le decorazioni.

Strumenti di lavorazione del vetro di Murano

Strumenti di lavorazione del vetro di Murano

La fama di Murano come centro di lavorazione del vetro nacque quando la Repubblica di Venezia, per prevenire l’incendio degli edifici della città (all’epoca in gran parte costruiti in legno), ordinò ai vetrai di spostare le loro fonderie a Murano nel 1291.
Essendo il processo di creazione del vetro molto complesso ed economicamente rilevante, i vetrai furono autorizzati a portare spade e godere di alcune immunità ma non furono mai autorizzati a lasciare la Repubblica proprio per non condividere i segreti della loro arte. E proprio così per molti secoli, i vetrai di Murano manterranno uno stretto monopolio sulla qualità ed il processo di produzione del vetro, millefiori, cristallino, smaltato, lattimo, fino alla riscoperta degli antichi vetri romani, le odierne murrine.

Lavorazione Murrina

Lavorazione Murrina

Murano è ancor oggi sede di laboratori artigiani dove gli artisti lavorano il vetro: opere originali e uniche.  Nelle loro fabbriche gli artigiani impiegano sempre le antiche tecniche per realizzare i lampadari e le murrine, altro simbolo del Made in Italy, con un marchio di tutela che ne garantisce qualità e origine.

Guarda il video della lavorazione del vetro di Murano

Dove dormire a Venezia