Lago di Garda, 3 località da non perdere

Lago di Garda, 3 località da non perdere

Il lago di Garda è il più grande lago d’Italia, con una superficie di circa 370 km², e il terzo per profondità dopo il lago di Como e quello Maggiore. Dalla forma stretta a imbuto nella sua parte settentrionale e più largo in quella meridionale, si trova a cavallo di tre regioni italiane: Lombardia (provincia di Brescia), Veneto (provincia di Verona) e Trentino-Alto Adige (provincia di Trento).
Conosciuto in epoca romana come Benaco, acquisisce nel Medioevo il toponimo di origine germanica “Garda”, che deriva da quello dell’omonima cittadina sulla sponda veronese del lago ed è l’evoluzione della voce germanica warda, ovvero “luogo di guardia”.
Passeggiare nel centro storico delle caratteristiche località, fare un giro in battello, esplorare i dintorni, sono tra i modi migliori per godere l’atmosfera del lago e la bellezza del paesaggio. Numerose sono le opportunità per svolgere diversi sport: gli appassionati di vela e windsurf trovano qui le condizioni ideali. Il lago di Garda è un’importante meta turistica anche per gli appassionati di mountain bike e di moto, che amano fare un giro e costeggiare questo specchio d’acqua con il proprio mezzo.

lago-di-garda

Lago di Garda [Photo credits Peter Sieling]

Scopriamo tre località, situate a meno di un’ora di auto da Brescia, da non perdere in un tour lungo-lago:

Desenzano del Garda: strepitosa la vista del lago dal paese data la posizione al centro di un ampio golfo delimitato ad ovest dall’altura del Monte Corno e ad est dalla penisola di Sirmione. Desenzano ha un patrimonio artistico, storico e archeologico che affonda le sue radici in epoca romana: da non perdere la zona archeologica, che custodisce i resti di una grandiosa villa romana del IV sec. d.C., il Museo archeologico e la panoramica torre di S. Martino della Battaglia. Da visitare anche il Duomo di Santa Maria Maddalena, che custodisce nella cappella del SS. Sacramento “L’ultima cena” di Gian Battista Tiepolo. Da non perdere anche il Castello, fondato forse già nell’alto Medioevo e ricostruito nei sec. XIV-XV, dalla cui terrazza si gode di uno dei più bei panorami del Garda. Desenzano è anche la località del Garda più rinomata per la sua vitalità e offerta di intrattenimento: oltre a un’ampia scelta tra bar, ristoranti e discoteche, la città offre la possibilità di praticare tutti gli sport nautici, in particolare windsurf, vela e sub.

Desenzano-del-Garda

Desenzano del Garda [Photo credits Tony Hisgett]

Sirmione: rinomata per le note proprietà curative della sua acqua termale, Sirmione è una fra le più affascinanti cittadine del lago di Garda posta sulla sua sponda meridionale. Il nome della cittadina deriva da “syrma”, ossia “coda”, in quanto la località si sviluppa su una penisola sottile che si estende per 4 km nel cuore del Lago di Garda. La bellezza del paesaggio di Sirmione ha ispirato e affascinato nel corso della storia numerosi artisti, fino a guadagnarsi il soprannome di penisola dei poeti. Ne citiamo solo alcuni: il grande poeta latino Catullo che parlò della “Venusta Sirmio”, Giosuè Carducci nell’ode barbara, Ezra Pound, giovane poeta americano del ’900 che tra l’altro incontrò proprio a Sirmione l’amico James Joyce, in “Studio di Estetica”, e altri ancora.
L’accesso al centro storico (di origine medievale) avviene attraverso un ponte levatoio, fra le mura del Castello Scaligero eretto nel Milleduecento. Le torri e le mura merlate sono tappa obbligata di ogni visita, perché da qui si vedono l’intero lago e il panorama collinare che lo circonda. A fianco del castello si trova la darsena, in perfetto stato di conservazione. Passato il castello, merita una visita la chiesa di San Pietro in Mavino (forse costruita dai pescatori del luogo nel 700), poi ci si addentra fra negozi, ristoranti tipici e splendide case che hanno catturato anche l’animo di Maria Callas, che qui ha lungamente vissuto.
All’estremità della penisola di Sirmione, in posizione dominante il lago e la sottostante spiaggia di grandi sassi bianchi, si trovano i resti della villa romana che, da secoli, è denominata “Grotte di Catullo”.
Le Grotte sono fra i più affascinanti resti archeologici di epoca romana dell’intero nord Italia e arricchiscono la visita a Sirmione. Le “Grotte”, come vennero chiamate nel Cinquecento, sono i resti di una grande villa appartenuta al poeta latino Catullo ed eretta tra la fine del I sec. a.C. e gli inizi del I sec. d.C.

sirmione

Sirmione [Photo credits Yilmaz Oevuenc]

Limone sul Garda: il paese sorge su una stretta lingua di terra a ridosso di alte pareti rocciose a nord del Consorzio Lago di Garda-Lombardia. In passato era raggiungibile esclusivamente via monti o lago e basava la propria economia sulla pesca e sulla coltivazione di olivi e limoni. Nel 1932, quando fu terminata la strada Gardesana Occidentale, venne finalmente collegata ai paesi limitrofi. Limone è oggi uno dei centri turistici più frequentati e attrezzati del Garda che ha saputo però mantenere intatto il fascino del piccolo paese con un pittoresco centro storico fatto di case antiche, stretti vicoli e porticcioli incorniciati da una natura rigogliosa che offre innumerevoli possibilità di piacevoli e rilassanti camminate sia nell’entroterra che sul lungo-lago.

Dove dormire a Brescia.