La leadership in tempi di sfide adattive

Ieri 13 donne tra le più influenti nel mondo del business si sono confrontate sulle loro sfide di leadership e, guidate da Giovanna D’Alessio, autrice del libro “Il potere di cambiare. Come sviluppare la leadership personale”, hanno esplorato concetti e pratiche innovative e insolite rispetto ai tradizionali percorsi di sviluppo.
In un mondo caratterizzato da competizione globale, dall’evoluzione accelerata delle nuove tecnologie, da crisi finanziarie, politiche e sociali virali e da uno stato di incertezza, i leader sono chiamati a rispondere a sfide inedite che il professor Heifetz, della Harvard Kennedy School, chiama “adattive”. Sono sfide cioè che richiedono non già l’acquisizione di nuove competenze tecniche, ma la capacità di riformulare i paradigmi mentali che sottendono al modo in cui il leader vede e interpreta se stesso e il mondo – la capacità di fare un “salto di coscienza” – e la capacità di essere a proprio agio con la tensione degli opposti e l’ambiguità.
Sviluppare la leadership personale significa oggi avere una migliore comprensione della propria esperienza interiore per renderla più armonica con il mondo esterno e quindi più consapevole, di osservare i meccanismi automatici alla base dei propri comportamenti e saperli trasformare, di comprendere il mondo al di fuori dei limiti della propria personalità e di accedere a stati espansivi della coscienza, come l’intuizione, la vitalità personale, la sincronicità.
Dimensioni queste in cui le donne riescono a sentirsi più a loro agio dei colleghi uomini, per la loro curiosità, l’apertura a connettersi con le proprie emozioni e la capacità di mettersi in gioco.
Durante la giornata le 13 donne hanno esplorato i meccanismi basati sulla paura appresi nell’infanzia attraverso i quali ancora oggi la nostra mente dà forma e significato alle cose e alle relazioni permettendoci di vedere solo una versione filtrata e soggettiva della realtà. Hanno anche acquisito degli strumenti per trasformare la propria prospettiva, diventare più consapevoli e padroneggiare i propri stati mentali.

L’evento si è tenuto all’UNA Hotel Mediterraneo di Milano.