Festa di Santa Lucia a Siracusa

Festa di Santa Lucia a Siracusa

La festa patronale della Santa siracusana, convoglia ogni anno nella città siciliana un’enorme quantità di fedeli. Le celebrazioni hanno ufficialmente inizio la mattina del 12 dicembre, con la traslazione del simulacro argenteo della Santa dalla sua cappella in cattedrale, fino all’altare maggiore. La sera stessa sono poi celebrati, sempre in cattedrale, i vespri solenni, alla fine dei quali viene distribuita ai fedeli la “cuccìa“, dolce a base di ricotta e frumento, preparato il giorno stesso seguendo scrupolosamente la tradizione.
Il giorno principale della festa è però il 13 dicembre, in cui la città intera si stringe attorno alla Santa. Il simulacro argenteo viene portato a spalla da Ortigia fino alla chiesa di Santa Lucia al Sepolcro, localizzata nel quartiere, e più specificatamente nella piazza, intitolata in sua memoria.
Momenti suggestivi della processione sono la sosta che la Santa Patrona fa al suo arrivo nelle vicinanze del Porto Grande ed il successivo passaggio sul ponte, quando marinai e militari le dedicano i loro onori, facendo suonare a festa le sirene delle loro navi.
Il 20 dicembre, giornata tradizionalmente definita dai siracusani come “l’ottava”, il simulacro della Santa fa il percorso inverso di sette giorni prima e rispetto alla processione di andata, osserva diverse soste molto sentite dai fedeli, tra cui la prima al Santuario della Madonna delle Lacrime e la seconda presso l’ospedale di Siracusa, per poi riprendere il cammino verso la Cattedrale, passando per il cuore della città.
In serata il simulacro argenteo giunge sul Ponte Umbertino per il tradizionale spettacolo pirotecnico, prima di fare rientro in Piazza Duomo, dove la Santa tornerà ad essere conservata nella propria Cappella, nella quale resterà fino alla prima domenica di maggio, in occasione della festività di Santa Lucia delle Quaglie.
La festa di Santa Lucia a Siracusa è davvero un evento unico…scopri il pacchetto che l’UNA Hotel One ha pensato per te!