Cosa visitare a Giardini Naxos durante le vacanze

Cosa visitare a Giardini Naxos durante le vacanze

Una vacanza di relax, divertimento, ma anche cultura. Non può essere diversamente per la cittadina di Giardini Naxos, che prende il suo nome dalla città greca Naxos, i cui abitanti fondarono la prima colonia in Italia proprio qui nel 756 a.C.. Per questo motivo, la città è ricca di resti greci, ma anche costruzioni romane e medievali da visitare assolutamente durante le vacanze in questa zona o nella vicina Taormina.

Castello_di_Schisò

Castello di Schisò

Di grande rilevanza culturale è il parco Archeologico che si estende per circa quaranta ettari ed è situato fra Capo Taormina e Capo Schisò. Al suo interno si ergono arcaici edifici sacri affiancati da semplici strutture a scopo abitativo e da fornaci in cui si cuoceva l’argilla; qui sono anche visibili i resti delle diroccate mura che cingevano questo complesso. In questo luogo furono ritrovati vari reperti di pregevole fattura, ad esempio monili o utensili da cucina, che oggigiorno sono conservati e visibili presso il Museo Archeologico ospitato in un fortino del XVII secolo. Di questo complesso archeologico fa parte anche il Castello di Schisò, inizialmente costituito dalla sola torre di avvistamento e poi ampliato da un aristocratico locale; il castello prende il nome dalla incantevole spiaggia di Schisò, dove sbarcarono i greci che fondarono le prime colonie greche in Sicilia. Da non perdere assolutamente anche il Parco Apollo Archegeta dove si possono ammirare le rovine di un antico santuario greco. I luoghi di culto più importanti sono la Chiesa di Santa Maria della Raccomandata che custodisce diverse opere d’arte; la Chiesa di San Pantaleone, che riporta i resti di tutte le civiltà che l’hanno attraversata, da quella romana fino ai giorni nostri; la caratteristica e appuntita Chiesa di San Giovanni, che si trova sull’omonima spiaggia.

Statua_Nike

Statua Nike

Tra i monumenti più importanti da vedere per le strade della città c’è la porta di Naxos, eretta nel 2000, che celebra il gemellaggio tra la località siciliana e la città greca di Naxos che si trova sulle Isole Cicladi e rappresenta la porta d’ingresso a Giardini. Il simbolo della città però è un altro, la statua della Nike: statua in ferro sul lungomare che onore le origini elleniche di Giardini Naxos. Più a sud del quartiere, sono ancora visibili i resti della Via Romana Consolare Valeria, che viene impreziosita dalle statue di Teocles e del Sileno e dal tempietto olimpico, eretto per ricordare un famoso pugile di Naxos di nome Tisandros, vincitore di quattro edizioni delle Olimpiadi dell’Antica Grecia. Dopo tutto questo itinerario, è ora di un po’ di relax per godersi le magnifiche spiagge e il mare cristallino che bagna la città. La spiaggia più amata dai turisti è quella di Recanati, circondata dalla macchia mediterranea e da una serie di hotel, bar e ristoranti di lusso; un’altra stupenda spiaggia è quella di Schisò, dominata dal suo castello medievale; infine va menzionata la spiaggia di San Giovanni, che si trova in posizione centrale ed è caratterizzata dalla presenza della sua chiesa a punta.

Isola_Bella_[credits_photo_isoleEolie]

Isola Bella [credits photo isoleEolie]

Per chi cerca un po’ di rilassamento sotto il sole in spiagge meno affollate, può spostarsi verso il porticciolo Saja, caratterizzato da tantissime calette, oppure consigliamo una gita all’Isola Bella di Taormina, a pochi chilometri di distanza, che è un isolotto di natura incontaminata collegato dalla riva tramite un istmo di sabbia che scompare quando la marea è alta.

Per concludere in bellezza una giornata trascorsa tra i luoghi di cultura e tra le spiagge più belle, non può mancare una buonissima granita dissetante, da provare assolutamente insieme alle altre specialità della cucina siciliana e messinese.

Cerchi un hotel a Giardini Naxos? Scopri dove puoi dormire.

Cerchi un hotel a Taormina? Scopri dove puoi dormire.