Come deliziare con un menù autunnale a base di tartufo

Come deliziare con un menù autunnale a base di tartufo

Siamo nel pieno dell’autunno, tra foglie che ingialliscono e cadono e giornate sempre più fredde. Ma ottobre non è soltanto pioggia e vento gelido: sono tantissime le prelibatezze che possiamo gustare in questa stagione a partire dalle castagne, passando per i funghi, fino ad arrivare al principe incontrastato dell’autunno, il tartufo. L’“oro nero” è il protagonista di una serie di piatti deliziosi, che possono dar vita ad una cena completa, dall’antipasto al dolce, che lascerà tutti a bocca aperta.

Antipasto: Il tartufo e tutti i suoi derivati, tra cui burri e oli, possono essere i perfetti protagonisti di crostini, flan e tortini, tra cui i muffin con funghi porcini e tartufo, ideali da servire come antipasto o aperitivo insieme ad un bicchiere di prosecco. Dopo aver mescolato i funghi secchi con l’acqua tiepida per 30 minuti, si aggiungono 250 grammi di farina, un pizzico di sale e mezza bustina di lievito insieme a 100 ml di latte. Poi, il tocco finale: si uniscono 50 grammi di burro al tartufo e i funghi porcini tritati, e si versa l’impasto negli stampi per i muffin. Dopo aver infornato per 30 minuti a 180 gradi, i muffin sono pronti per essere serviti.

Primo: Risotti, polenta, pasta secca e pasta all’uovo. Qualsiasi pasta, unita al tartufo, dà vita ad un mix prelibato e irresistibile. Il grande classico più amato sono le tagliatelle al tartufo: dopo aver fatto cuocere a fuoco lento uno spicchio d’aglio con un po’ d’olio, si unisce una noce di burro mescolando e amalgamando perbene. Si scolano le tagliatelle al dente, e si uniscono al sugo, lasciando saltare per alcuni minuti. Infine, si grattugiano abbondanti scaglie di tartufo nero sul piatto di pasta ancora caldo, e si serve con un bel bicchiere di vino rosso.

tagliatelle_al_tartufo

Tagliatelle al tartufo

Secondo: Anche se la bistecca con abbondanti lamelle di tartufo è il secondo al tartufo più diffuso, volendo variare un po’ si può preparare un uovo al forno. Si fa friggere il burro in un tegamino da forno, vi si rompono le uova con del sale e si cospargono con uno strato sottile di tartufo e scaglie di parmigiano con pepe nero. Di seguito si inforna e si serve caldo.
Uovo al tartufo

Uovo al tartufo

Dolce: Il tartufo a cioccolato si chiama così per il suo aspetto simile all’“oro nero”, ma è possibile realizzare alcuni cioccolatini utilizzando anche l’ingrediente stesso.
Dopo aver tritato finemente 400 grammi di cioccolato fondente, vi si versano sopra 200 grammi di panna dopo averli portati ad ebollizione, e si aggiungono 15 grammi di burro tartufato. La ciotola dovrà stare a rassodare per almeno quattro ore in frigo, dopodiché si realizzano alcune palline, da passare nel cacao e poi servire, o conservare in frigo a meno di 10 gradi.

Tartufo al cioccolato

Tartufo al cioccolato

Le migliori zone in Italia per mangiare il tartufo? La Toscana e l’Umbria! Non perderti l’evento annuale dedicato agli amanti del tartufo: Tartufesta a Montaione.