Brueghel. Capolavori dell’arte fiamminga a Bologna

Brueghel. Capolavori dell’arte fiamminga a Bologna

“ ʻBisogna imitare la natura stessa, non un artistaʼ. Frase che ben si addice al nostro amico Brueghel, che definirò quindi non pittore dei pittori, ma natura dei pittori: intendendo con ciò significare che egli merita di essere da tutti imitato”. Abraham Ortelius, “Album amicorum”.
Palazzo Albergati si trova a pochi minuti dal centro storico di Bologna, in via Saragozza, ma è circondato da un paesaggio naturale incontaminato ed è considerato un simbolo prezioso dell’architettura barocca europea. All’interno delle sue stanze, dal 2 Ottobre fino al 28 Febbraio 2016, si potranno ammirare alcuni tra i capolavori dell’arte fiamminga del XVI e XVII secolo. Protagonisti della mostra sono le maggiori opere degli artisti della famiglia Brueghel: Pieter Brueghel il Vecchio, Pieter Brueghel il Giovane, Jan Brueghel il Vecchio, Jan Brueghel il Giovane, Abraham Brueghel, Ambrosious Brueghel, oltre ad altri esponenti di questa corrente pittorica, come Frans de Momper, Frans Francken, Hendrick van Balen e Joos de Momper.

Jan Brueghel il Vecchio - Paesaggio fluviale con bagnanti, 1595-1600

Jan Brueghel il Vecchio – Paesaggio fluviale con bagnanti, 1595-1600

L’arte che si sviluppa nell’area delle Fiandre è caratterizzata dall’uso raffinato della pittura ad olio con particolare attenzione al dettaglio, riprodotto fino alla perfezione, e alla rappresentazione della luce secondo un effetto quasi “fotografico”. Nel percorso affrontato durante la mostra, la Natura assume il ruolo di vera protagonista della storia umana e viene rappresentata secondo forme e composizioni ricche e bellissime che pongono l’accento sulla continua ricerca pittorica e la cura minuziosa resa nell’esecuzione.

Ambrosius Brueghel - Nature morte con fiori, 1660-1665

Ambrosius Brueghel – Nature morte con fiori, 1660-1665

Da non perdere “Grande natura morta con frutta in un paesaggio” (1670) di Abraham Brueghel, che attraverso una composizione floreale, bella ma transitoria, incanta per la sua perfezione estetica, e “Allegorie dei quattro elementi” (1630 – 1635) di Jan Brueghel the Younger e Hendrick van Balen, dove la rappresentazione di Vesta, Cerere, Urania e Anfitrite, che rappresentano rispettivamente fuoco, terra, aria e acqua, rendono concreta una realtà lontana e meravigliosa.
Lo “stile Brughel” ormai celebre e riconoscibile, è diventato quindi una sorta di firma di qualità e successo, ed è stato scelto come tema portante dell’esposizione “Brueghel. Capolavori dell’arte fiamminga” organizzata da Arthemisia Group con il patrocinio del Comune di Bologna, curata da Sergio Gaddi e Andrea Wandschneider, direttore del Paderborn Städtische Galerie in der Reithalle.

Pieter Brueghel il Giovane - Le sette opere di misericordia, 1616-1618 ca

Pieter Brueghel il Giovane – Le sette opere di misericordia, 1616-1618 ca

Periodo di svolgimento: dal 02/10/2015 al 28/02/2016 a Palazzo Albergati (Bo)
Orario: da lunedì alla domenica, 10.00 – 20.00 (chiusura biglietteria ore 19.00)
Tariffe: intero €13,00 comprensivo di audioguida; ridotto €11 per minori di 18, studenti fino a 26; €5 per ragazzi fino a 15 anni.

Inizia questo autunno all’insegna dell’arte, e approfitta dell’offerta di UNA Hotels & Resorts per scoprire Bologna e l’arte fiamminga: il biglietto per la mostra è incluso!