Ai Weiwei. Libero | Palazzo Strozzi, Firenze

Ai Weiwei. Libero | Palazzo Strozzi, Firenze

Il più famoso artista cinese vivente e uno dei più influenti del nostro tempo, Ai Weiwei, invade Palazzo Strozzi a Firenze con il suo anticonformismo e la sua personalità provocatoria e dissidente.

Vincitore di numerosi concorsi, ha progettato, tra le altre cose, lo Stadio Nazionale di Pechino e il padiglione Serpentine Gallery di Londra, e ha esposto le sue opere nelle più importanti gallerie al mondo, come la Tate Modern, il Guggenheim e la Royal Academy.

Nato a Pechino ma trasferitosi negli USA e formatosi in prestigiose scuole di design a New York, è stato recluso per 80 giorni per la sua opposizione al regime cinese, per essere rilasciato nel 2011, ma senza passaporto e con il divieto di parlare con la stampa per oltre un anno. Nonostante questo, l’artista ha continuato a organizzare mostre in tutto il mondo e, di nuovo in possesso del passaporto dal 2015, nel 2016 ha lavorato a Palazzo Strozzi, producendo anche una serie di installazioni inedite, per dar vita all’esposizione “Ai Weiwei. Libero”.

Dal 23 settembre 2016 al 22 gennaio 2017, per la prima volta in Italia, una grande mostra celebrerà il genio di questo artista, che si è imposto sulla scena internazionale come simbolo della lotta per la libertà di espressione e della lotta per la difesa dei diritti umani. Curata da Arturo Galansino, “Ai Weiwei. Libero” esporrà opere storiche e nuove produzioni dell’artista che coinvolgeranno la facciata, il cortile, la Strozzina e il Piano Nobile, utilizzando per la prima volta l’intero Palazzo Strozzi come spazio espositivo unico.

ai-weiwei-firenze

A partire dal suo periodo Newyorkese negli anni 80/90, quando per la prima volta scoprì l’arte e subì l’influenza di Andy Wharol e Marchel Duchamp, durante i suoi periodi di studio alla Parsons The New School For Design e all’Art Students League, per continuare con le grandi opere degli anni 200, realizzate con materiali e oggetti assemblati, fino ad arrivare ai lavori provocatori e politici degli ultimi tempi, come i ritratti di dissidenti politici in LEGO.

Installazioni monumentali, sculture, oggetti simbolo della sua carriera, video e fotografie, permetteranno di entrare strettamente a contatto con la vita di Ai Weiwei, che unisce attivismo politico, arte, genio creativo, passato e presente, materiali e tecniche tradizionali e senso di ribellione.

Approfitta di questa occasione per visitare la culla del Rinascimento. Gli ospiti di UNA Hotel Vittoria, con questa offerta, hanno diritto al rimborso del biglietto della mostra.